Ritorna alla Homepage 
:::: Home ::: Chi siamo ::: Contatti ::: Modulistica ::: Tariffe ::: D. Lgs. 28/2010 ::: D. Lgs 81/2010 ::::  
 
 ::: SERVIZI :::
::: Mediazione :::
    Procedura
    Codice etico
    Calcola indennità
    Convenzioni
::: Formazione :::
    Didattica
    Corsi per Mediatori
    Corsi su richiesta
    Calendario corsi
    Docenti
::: Affiliazione :::
    Sedi secondarie
    Programma affiliazione
::: Collaborazione :::
    Mediatori
    Formatori
    Consulenti tecnici
::: Materie di conciliazione :::
    Condominio
    Locazioni
    Contratti bancari
    Patti di famiglia
    Successioni
    Usucapione
    Responsabilità medica
    Diritti reali
Cliccare sull'immagine per visualizzare questo articolo
::: Home Page :::
Ai sensi del Decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, la procedura di mediazione può essere amministrata esclusivamente da un organismo accreditato da parte del Ministero della Giustizia. A questo scopo, ADR MEDIA, iscritta al n.117 del Registro degli organismi di Conciliazione del Ministero della Giustizia, con provvedimento del 17 Settembre 2010, una volta ricevuta la domanda di mediazione, nominerà un mediatore tra quelli della propria lista, e infine convocherà le parti per l’incontro di mediazione.

::: In primo piano :::

Più 2,1% il tasso-soglia degli interessi moratori sui corrispettivi per verificare se sono usurari o no
Valutazione autonoma per funzioni distinte. I finanziamenti rimborsabili a rate producono interessi dalla scadenza e dalla risoluzione fino al pagamento. L’ammortamento alla francese non è anatocismo

Continua a leggere >>

La domanda di mediazione stoppa la decadenza per impugnare
la delibera quando è nota alle parti

Il termine a disposizione del condomino può essere bloccato una volta sola ed è escluso che la mera presentazione dell’istanza faccia scattare la sospensione: il dlgs 28/2010 non richiama l’articolo 2943 Cc La domanda di mediazione civile blocca il decorso del termine di decadenza per impugnare la delibera adottata dall’assemblea di condominio. Ma lo fa una sola volta e la sospensione scatta dal momento di comunicazione alle parti della domanda e non dal giorno della sua presentazione. È quanto emerge dalla sentenza 4951/15, pubblicata dalla sezione civile del tribunale di Palermo.

Continua a leggere >>

Competenza Territoriale
Esaminiamo brevemente la disciplina della competenza per territorio che si applica anche al procedimento di mediazione dopo il c.d. “Decreto del fare”, il Decreto-Legge n° 69 del 2013 (per la precisione, l’articolo 84 di questo Decreto), convertito in Legge n° 98 del 2013. Questo criterio di competenza giurisdizionale, disciplinato dagli articoli da 18 a 30-bis del Codice di Procedura Civile, si basa sul rapporto tra territorio e Giudice che vi esercita la propria giurisdizione e costituisce il criterio di ripartizione delle cause fra i Giudici dello stesso tipo, anche al fine di rendere più agevole, dal punto di vista logistico, la difesa delle parti. Essendo stabilita nell’interesse di queste ultime, la competenza per territorio è generalmente derogabile per mezzo di un accordo fra le parti che deve riferirsi ad uno o più affari determinati e risultare da atto scritto. Questo principio, fissato dagli artt. 28 e 29 c.p.c., riteniamo che valga anche per il procedimento di mediazione.

Continua a leggere >>

Efficacia esecutiva del verbale di conciliazione
Secondo l'art. 12 del d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28, il verbale di avvenuta conciliazione, è titolo esecutivo quando tutte le parti sono assistite da un avvocato ed è sottoscritto da tutte le parti e dai rispettivi avvocati. Il verbale, in tal caso, costituisce titolo esecutivo per l’espropriazione forzata, per l’esecuzione per consegna e rilascio, l’esecuzione degli obblighi di fare e non fare, oltre che per l’iscrizione di ipoteca giudiziale. Gli avvocati attestano e certificano la conformità dell’accordo alle norme imperative e all’ordine pubblico. In tutti gli altri casi, l’accordo allegato al verbale, su istanza di parte, è omologato dal tribunale, e costituisce titolo esecutivo per l’espropriazione forzata, per l’esecuzione in forma specifica, oltre che per l’iscrizione di ipoteca giudiziale.


Continua a leggere >>

CONVENZIONI
 
 

Copyright 2010 ©
Tutti i diritti riservati

Sede legale

Associazione ADR Nuova Giustizia
e Mediazione
in sigla ADR Media
P.zza V. E. Orlando, 27 - 90138 - Palermo
C. Fiscale - 97248620821
P. Iva - 06014000829

Contatti


INFO SETTORE MEDIAZIONI:
Telefono: +39 091 8430073
Fax: +39 091 9783082
E-mail: direzione@adrmedia.it

INFO SETTORE CORSI:

Telefono: +39 091 8430073
E-mail: info@adrmedia.it

Sitemap

Istituzionale:

Home
- Chi siamo - Contatti - Modulistica -
Tariffe
D. Lgs. 28/2010 - Regolamento di procedura - D. Lgs. 180/2010

Servizi
Mediazione: Procedura - Codice etico -
Calcola indennità -
Convenzioni
Formazione: Didattica -
Corsi per Mediatori - Docenti
Corsi su richiesta -
Calendario corsi
Affiliazione:
Sportelli di conciliazione - Programma affiliazione
Collaborazione:

Mediatori - Formatori - Consulenti tecnici - Elenco mediatori
Materie di conciliazione:
Condominio - Locazioni - Patti di famiglia - Successioni - Responsabilità medica - Diritti reali
Pagerank

Totale di 242011 pagine visitate. 
Pagina "DEFAULT" visitata 46199 volte.
31748 utenti unici. Last update 23/09/2016.
Powered by - hdmedia - info@hdmedia.it